HomeAttualitàBologna, il patto delle Città per l’ambiente

Bologna, il patto delle Città per l’ambiente

Un patto per la tutela dell’ambiente. In occasione del G7 per l’Ambiente è stata firmata alla Rocchetta Mattei di Grizzana Morandi la «Carta di Bologna per l’ambiente». Con questo accordo le dieci Città metropolitane d’Italia si sono impegnate a raggiungere alcuni obiettivi: raccolta differenziata al 70% entro il 2025 e una quota massima di rifiuti da conferire in discarica del 5 % entro il 2030; riduzione del 10-20 % della quota di dispersione nella rete idrica entro il 2030; raddoppio entro il 2030 della superficie media verde per abitante portandola a 30 metri quadrati.

«Intendiamo assumerci tutto l’impegno e la responsabilità che sono necessari e siamo pronti a misurare il nostro progresso in modo trasparente», ha detto il sindaco metropolitano di Bologna Virginio Merola, che ha siglato il patto davanti al ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e con i sindaci Dario Nardella (Firenze) ed Enzo Bianco (Catania), mentre gli altri hanno mandato alcuni rappresentanti in loro vece.

Nell’occasione, Galletti ha annunciato uno stanziamento di 35 milioni di euro dal suo ministero per una serie di progetti per gli spostamenti casa-lavoro presentati dai Comuni a livello nazionale: «Dopo avere esaminato i progetti – ha detto Galletti – abbiamo visto che ce n’erano molti altri meritevoli e per questo il ministero dell’Ambiente ha deciso uno stanziamento aggiuntivo di 20-25 milioni di euro in modo da soddisfare circa il 90 % delle domande presentate».

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.