HomeAttualitàBallando sul vuoto: passata la liga-sbornia, ripiombiamo nella più cruda realtà. Reggio a precipizio nella classifica della qualità della vita

Ballando sul vuoto: passata la liga-sbornia, ripiombiamo nella più cruda realtà. Reggio a precipizio nella classifica della qualità della vita

Sull’orlo del precipizio, dopo aver ballato sul mondo col Liga nella notte delle lunghe dirette. Il Sole 24 Ore ci tira una secchiata d’acqua gelida in faccia facendoci risvegliare da un bel sogno e facendoci ripiombare nell’incubo più nero. Perché sarà anche vero che l’Arena, il Campovolo, la Music Valley e bla bla bla ma gli indici annuali sulla qualità della vita per generazioni, fanno scivolare Reggio giù di decine di posizioni. Relegandola tra le ultime d’Italia almeno tra le province del nord.

La nuova classifica del Sole basata sulla qualità della vita per generazioni 2022, che premia le province con il miglior contesto di vita per fasce di età. si basa su un’indagine – tre indici (bambini, giovani e anziani) «calcolati ciascuno su 12 parametri statistici» – ed è stata presentata al Festival dell’economia di Trento.

Questi tre indici documentano la capacità delle istituzioni di mettere in campo servizi efficienti, le relative condizioni di vita, le lacune nei confronti dei più fragili e le aspettative dei più giovani, e offrono alle istituzioni la possibilità di intervenire per migliorare. Orbene Reggio è 53esima nella fascia qualità della vita dei bambini, 58esima nella fascia qualità della vita degli anziani e 73esima nella fascia dei giovani. Letteralmente in caduta livera rispetto all’anno passato.

Orbene, d’accordo far echeggiare la valle per un paio d’ore di musica nei week-end di giugno, magari però anche un po’ di politica socialmente più esaustiva non sarebbe malaccio da riproporre.

 

 

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.