Zona Franca

Goux_a2La Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia ha esposto negli ultimi mesi opere provenienti dal Fondo Menozzi di Arte Irregolare, donato alla biblioteca nel 2007. L’iniziativa, dal titolo “Zona Franca” e a cura di Chiara Panizzi, ha lo scopo di mostrare la bellezza dell’espressione libera, priva di condizionamenti e contaminazioni: sociali, intellettuali, culturali.

Il termine “Art Brut”, coniato da Jean Dubuffet negli anni Quaranta del secolo scorso, definisce le opere “innocenti” di autori che non subiscono le influenze della cultura dominante, ma che sono frutto semplicemente del naturale impulso creativo. Oggi l’espressione “Art Brut” è stato sostituito dai termini “Outsider Art” e “Arte Irregolare”, nuove definizioni che derivano dalla presa di coscienza dell’impossibilità di vivere completamente isolato dal mondo e dalla società.

La mostra si è concentrata sulle opere di quattro singulier francesi appartenenti alla Création Franche di Bègles : Gérard Sendrey, Adam Nidgorski, Pierre Albasser e Claudine Goux. Molto diverse tra loro, le opere richiedono la contemplazione priva di pregiudizi e rivelano il piacere di liberare il pensiero dalla logica. I tratti talvolta sottili e ravvicinati, talvolta spessi ed espressionisti, la geometria bizzarra, le figure irregolari creano associazioni e dissociazioni rispetto la rappresentazione di ciò che conosciamo.

Opere anticonformiste: nella composizione, nell’uso del colore, nella rappresentazione, che per lo straniamento che suscitano spingono alla riflessione e seducono una mente che accetta l’esistenza di un linguaggio diverso, fuori da ogni tempo e ogni contesto. Sono proprio queste opere “irregolari” a risvegliare nello spettatore sensazioni e stati d’animo raramente stimolati, lasciandolo meravigliato.

Sendrey_8

Anna Vittoria Zuliani

 

Zona Franca, Opere del Fondo Menozzi di Arte Irregolare

Biblioteca Panizzi, piano terra

A cura di Chiara Panizzi

Con la collaborazione di Bianca Tosatti e Dino Menozzi

10 ottobre 2015 – 14 febbraio 2016

www.bibliotecapanizzi.it

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS