Giacomo Balla artista e astrattista totale

Giacomo Balla, Figlia del sole,1933, olio su tavolaLa Fondazione Magnani Rocca di Mamiano di Traversetolo ospita fino all’8 dicembre la mostra “Giacomo Balla astrattista futurista”.  Le stanze della villa si riempiono delle opere di uno degli esponenti di spicco del futurismo, tra disegni, sculture, arredi e abiti.

L’esposizione si articola seguendo i precetti espressi nel Manifesto Ricostruzione Futurista dell’Universo. Astratto, dinamico, trasparentissimo, coloratissimo e luminosissimo, autonomo, trasformabile, drammatico, volatile e scoppiante descrivono la complessa produzione di un artista eclettico ed innovatore. Proprio questa è la caratteristica che meglio emerge dalle opere riunite: Giacomo Balla (Torino 1871 – Roma 1958) è stato uno spirito libero dai tradizionalismi, capace di sviluppare una nuova estetica e rivoluzionare radicalmente il mondo dell’arte.

Giacomo Balla, Forze di paesaggio + cocomero, tempera su carta intelaiataLa mostra raccoglie quindi paesaggi dipinti secondo la tecnica divisionista e geometrie che creano opere grafiche modernissime dominate dai colori rosso verde giallo blu. Si succedono opere che hanno come tema centrale lo studio del movimento: dal volo di rondini reso delicato da morbidi tratti di grafite, al furioso moto delle automobili dove ad emergere è l’esaltazione della velocità tipico del fanatismo futurista per la modernità. Autoritratti dell’artista incredibilmente ironici si alternano a ritratti famigliari e poetiche ed intime rappresentazioni di figure femminili bellissime. I toni si accendono nelle opere futuriste di esaltazione alla guerra e alla tecnica, moti furiosi, impetuosi, colori accesi e forme dinamiche, lo stesso dinamismo che caratterizza alcune sculture come “Linee-forza del pugno di Boccioni”.

Giacomo Balla è stato un grande innovatore, audace e anticonformista. Ha sperimentato, inventato, giocato: probabilmente si è molto divertito.

 

Anna Vittoria Zuliani

 

Giacomo Balla, Autocaffè, 1929

Mamiano di Traversetolo (Parma) //  fino all’ 8 dicembre 2015

Giacomo Balla astrattista futurista

a cura di Elena Gigli e Stefano Roffi

FONDAZIONE MAGNANI ROCCA

via Fondazione Magnani Rocca 4, Mamiano di Traversetolo (PR)

12 Settembre – 8 Dicembre 2015

info@magnanirocca.it

www.magnanirocca.it

 

 

 

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS