Il settimo sigillo: Reggio si piazza nella top-seven delle province col maggior tasso di occupazione

La protesta climatica declinata in chiave reggiana

Reggio Emilia nel 2018 è salita dal 9° al 7° posto tra le province italiane per tasso di occupazione che si attesta al 68,4% (+1% rispetto al 2017), con quasi 11 punti percentuali in più rispetto alla media nazionale.

Il quadro emerge dagli ultimi dati pubblicati da Istat e analizzati da Unindustria.

Reggio Emilia inoltre vanta il tasso di disoccupazione più basso in Italia, dopo Bolzano.

A fine anno gli occupati nella nostra provincia hanno raggiunto le 240.787 unità, con un saldo positivo di 3.248 persone e una diminuzione degli inattivi e dei disoccupati (-1.607).

La disoccupazione è passata infatti dal 4,9% del 2017 al 4,2% del 2018, a fronte di un dato italiano del 10,6%.

L’aumento del numero di lavoratori ha riguardato sia la componente maschile (+837 unità), che quella femminile (+2.409 unità), quest’ultima è sensibilmente più alta della media italiana (61,2% contro il 49,5% del dato nazionale).

Al positivo risultato nell’industria (+4.774), si contrappone la flessione nei servizi (-1.849) e nell’agricoltura (-1.296).

 

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Giammaria Manghi (@giammariamanghi) in data:

(Nella foto l’on.Andrea Rossi e l’ex Presidente della Provincia Giammaria Manghi cercano di contenere gli entusiasmi dopo la vittoria della Juve contro l’Atletico Madrid)

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *