Ride il telefono: l’irresistibile ascesa tecnologica ed estetica di Cellular Line, leader europea nel settore

Ma non è il caso di Cellular Line…

Lanciato nel 1990 dall’azienda reggiana Cellularline S.p.A., nata come società di distribuzione per i primi telefoni cellulari, il marchio deve oggi la sua leadership ad un’esperienza di oltre 25 anni nel settore della telefonia.

Fu proprio la scarsa autonomia dei telefoni E-TACS nei primi anni, a spingere Cellularline S.p.A. a produrre accessori per il cellulare, in particolare il caricabatterie da auto, e a lanciare un marchio dedicato.

Di lì a poco, grazie al successo dell’iniziativa, Cellularline S.p.A. iniziò stabilmente la produzione di accessori per telefonia mobile, abbandonando la distribuzione dei telefoni, consolidò così la sua presenza in Italia e iniziò ad esportare i prodotti all’estero.

Nel 2005, Cellularline S.p.A. è divenuta un gruppo, declinando la sua leadership anche in nuovi canali distributivi e nuovi settori, con accessori, oltre che per smartphone, anche per tablet e lettori Mp3.

Inoltre, nel 2013 la maggioranza della società è stata acquisita da L Capital, Private Equity Fund del Gruppo LVMH, segnando così un nuovo percorso verso l’internazionalizzazione e l’affermazione del brand: oltre alle 4 sedi europee (in Italia, Francia, Spagna, Svizzera), l’azienda può vantare oggi una distribuzione intercontinentale del marchio Cellularline, in oltre 60 paesi.

Facciamo il punto della situazione economica dell’azienda reggiana, leader europea del settore, nell’intervista ad Alessio Lasagni, Head of Marketing & Digital di Cellular Line: 

 

 

 

 

 

 

 

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS