Nozze alimentari coop: Grandi Salumifici Italiani e Parmareggio verso una Newco

cof

Salumi e parmigiano reggiano convolano a (giuste?) nozze. L’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha annunciato con provvedimento n. 27452 (pubblicato il 24 dicembre sul n. 48 del Bollettino dell’autorità) di non ravvisare motivi per avviare un’istruttoria sull’operazione di concentrazione che porterà alla fusione di GSI-Grandi Salumifici Italiani e Parmareggio in una nuova Newco. Le due società avevano già in atto da tempo una partnership commerciale.

Unibon e di Granterre conferiranno le partecipazioni di controllo rispettivamente detenute nelle società GSI e Parmareggio in una NewCo appositamente costituita e controllata congiuntamente dalle società madri. In particolare, la Newco sarà partecipata sia da Unibon (63%) che da Granterre (37%), la quale, pur detenendo una partecipazione minoritaria, avrà poteri di co-decisione ed esprimerà l’Amministratore Delegato della nuova aggregazione.

Dalla fusione nasce un gruppo tutto modenese da oltre 1 miliardo di euro di fatturato. Gsi infatti è il primo produttore italiano di salumi, attivo nella produzione e commercializzazione, in Italia e all’estero, di salumi e prodotti affini, nonché nella commercializzazione di carni e di relativi sottoprodotti, oltre che di secondi piatti pronti, con un fatturato di circa 640 milioni. Consorzio Granterre Caseifici e Allevamenti Soc. Coop. Agr., è una società cooperativa attiva nel settore della lavorazione e del confezionamento di prodotti lattiero caseari, quali panna, burro e formaggi duri, tra cui soprattutto parmigiano reggiano: prodotti che vengono trasformati e commercializzati attraverso la società Parmareggio Spa, interamente controllata dal Consorzio e leader italiano nella produzione di parmigiano reggiano. Il fatturato consolidato realizzato in Italia nel 2017 dal Consorzio Granterre ammonta a circa 334 milioni di euro.

L’Agcm precisa che “a seguito dell’operazione, le società madri non eserciteranno attività in concorrenza con quelle della Newco, continuando a caratterizzarsi come mere società holding e, nel caso di Granterre, come società organizzatrice dei conferimenti dei propri soci cooperatori” e che “il contratto tra le Parti prevede comunque anche un obbligo, in capo a Granterre e Unibon, per un periodo di 5 anni, di non avviare o svolgere attività che direttamente o indirettamente si pongano in concorrenza con quelle di Parmareggio e di GSI”.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS