A volte riscrivono. Bentornato PFG!

Dopo cinque romanzi e una pausa editoriale di otto lunghi anni (Vivere da morire, ultimo capitolo della trilogia «maledetta», è uscito nel 2010) Pier Francesco Grasselli torna a far parlare di sé con una nuova uscita, la raccolta di poesie “Sempre meglio che lavorare – Donne, solitudini e cocktail (Poesie 1998-2018)” [acquistalo qui!], per i tipi della casa editrice reggiana thedotcompany e che sarà presentata a Reggio Emilia presso lo spazio polifunzionale Rebell (via Monzermone 3/D) venerdì 16 novembre alle ore 18,30.

***

Prima del romanziere c’era il poeta, e quest’opera è il suo esordio letterario in versi. Pier Francesco Grasselli stavolta narra di sé in prima persona, mettendosi a nudo e facendosi spiare dal buco della scrittura di un diario intimo seducente e prismatico.

“Sempre meglio che lavorare – Donne, solitudini e cocktail (Poesie 1998-2018)”, thedotcompany editore, segna il suo atteso, potente ritorno in libreria.

Questa raccolta di inediti include tutte le poesie dell’autore reggiano scritte nell’arco di un ventennio e per lo più (ma non solo) dedicate alle donne. La caparbietà e la fragilità del giovane scrittore alle prese con gli editori e con la famiglia che lo disapprova emerge dalla poesia di Grasselli in modo quasi ancor più nitido che dai suoi romanzi. Il volume (di 160 pagine) include poesie umoristiche, satiriche e, ovviamente, erotiche. In alcune composizioni lo scrittore svela il proprio lato sentimentale, insospettabile nell’autore di Fanculo amore. In altre ancora, più intimistiche e «spirituali», si avverte già l’interesse per il misticismo che lo avrebbe condotto, negli anni successivi, alla stesura della Ricerca di Sé stessi.

La postfazione (scritta nel lontano 2004, per la prima versione di questa antologia) è di Milena Milani, che Grasselli conobbe personalmente quando ancora era un giovanissimo aspirante scrittore.

Quasi contemporaneamente all’antologia poetica, Grasselli annuncia l’uscita (la “messa” in stampa, per ora sollo virtuale, su Amazon: print on demand), di un’interminabile viaggio e/o biografia monumentale di circa 3mila pagine, redatta in dieci anni di vita più contemplativa che attiva: “La ricerca di Sé stessi”. Un’opera «indie» e monumentale, illustrata da Riccardo Passoli, che dovrebbe essere disponibile per intero entro l’inizio dell’estate 2019. I due volumi che compongono il primo Libro (1.200 pagine complessive) saranno disponibili in queste ore sulla piattaforma Amazon, mentre il secondo Libro e il terzo saranno ordinabili in marzo e in giugno. Armiamoci di santa pazienza, è il caso di dirlo.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *