Ogni cibo ha la sua stagione: ecco una dieta equilibrata per restare in forma durante l’inverno

Per contrastare il freddo e la stanchezza psichica dei mesi invernali è importante portare sulle nostre tavole dei cibi energeticiAlimenti che aiutano il nostro corpo a rimanere in forma ed a fortificare le nostre difese immunitarie

Frutta e verdura, si sa, sono un’ottima fonte di vitamine, fibre e sali minerali. ma per beneficiarne al massimo dobbiamo scegliere prodotti di stagione. I motivi per cui preferire ortaggi di stagione o tenere d’occhio la stagionalità della frutta sono molti: dopo la raccolta il contenuto di vitamine di ortaggi e frutta tende a calare, per questo vanno scelti prodotti freschi.

Per fortuna abbiamo a disposizione molti cibi invernali alleati della nostra salute, che ci aiutano a restare in forma e depurarci.

Tra le verdure di stagione si possono annoverare: radicchio rosso, cicoria, bieta, cavoli, broccoli, cime di rapa, porri, finocchi, sedano, carciofi, rapa e spinaci, aglio e cipolle.

Un’ottima fonte di energia è rappresentata anche dai carboidrati. E’ buona norma inserire nella dieta di tutti i giorni pasta, pane e cereali, senza eccederne. La pasta può essere condita con olio e formaggio, o essere trasformata in un piatto unico con l’aggiunta di lenticchie, ceci o altri legumi.

I legumi non vanno assolutamente trascurati: sono ricchi di vitamine, calcio, fosforo, ferro ed amminoacidi essenziali. Anche le patate, che siamo abituati a mangiare prevalentemente come contorno, possono essere consumate all’interno di zuppe insieme ad altre verdure. Un piatto gustoso della nostra cucina invernale è la zuppa di patate e porri, un piatto semplice da preparare e molto gustoso per il palato.

Per un apporto bilanciato di elementi nutritivi, è bene inserire nella dieta anche i latticini e i formaggi, stando attenti a bilanciarne la quantità con cibi ricchi di carboidrati. Il pesce fa talmente bene alla salute che non conosce stagionalità. È un’importante fonte proteica e presenta una grande quantità di acidi grassi omega 3, efficaci nella prevenzione delle malattie cardiovascolari e di alcune forme tumorali: rappresenta certamente una valida alternativa alla carne, avendo più alta digeribilità e un minor apporto calorico.

Nelle pause quotidiane e la sera prima di andare a dormire, il miglior modo per riscaldarsi è bere una buona tisana calda, di cui esistono molte varietà. Rilassante, digestiva e depurativa sono solo alcune proprietà di tisane, esistendone poi molte altre con gusti particolari di frutta e piante. Con il freddo bisogna bere molto, almeno un litro e mezzo al dì tra acqua, succhi di frutta non zuccherati e tisane che favoriscono l’eliminazione delle tossine e depurano fegato e reni, come quelle a base di tarassaco e carciofo.

Utilizzare il miele come dolcificante al posto dello zucchero.

Da non dimenticare la frutta secca da portare in tavola sia durante le cene ed i pranzi o semplicemente come spuntino.

Anche la cioccolata calda è un buon cibo invernale, il cioccolato fondente ha un alto potere antiossidante e favorisce il buonumore. È un cibo indispensabile che presenta così tante proprietà da essere considerato dalle popolazioni Maya e Azteche “il cibo degli dei”, in grado di donare l’immortalità. Sono sufficienti 40 grammi di cioccolato per trarre benefici dall’assunzione del cacao e allo stesso tempo non eccedere con le calorie ingerite.

Attività fisica

Ricordare: la rigida temperatura può fa venir voglia di stare in casa, limitando l’attività fisica. Tuttavia, lo sport praticato in inverno, ad esempio in pausa pranzo può essere utile anche per tenere attivo il metabolismo e migliorare la circolazione, aspetti fondamentali per mantenere una corretta termoregolazione e accusare di meno il freddo.

TABELLA

Legumi e Carboidrati

Fagioli, lenticchie, ceci e piselli apportano proteine vegetali, carboidrati a basso indice glicemico, ferro e fibre. Queste sostanze sono indispensabili per il metabolismo muscolare, per contrastare l’affaticamento, per il benessere della digestione e per l’efficienza delle difese immunitarie. Le zuppe calde a base di legumi, perciò, non possono che essere protagoniste della dieta anti-freddo.

Cavoli e broccoli

Ricchi di vitamina C e di carotenoidi, sostengono le difese immunitarie e combattono l’invecchiamento.

Verdure di stagione

Zucca, spinaci, rape, barbabietola rossa, patate e altri vegetali tipici della stagione fredda contengono buone quantità di vitamina A, carotenoidi e minerali.

Agrumi

Oltre a fornire vitamina C e preziosi antiossidanti che sostengono il sistema immunitario, aiutano a elevare il metabolismo, producendo più calore. Le spremute sono ottime a colazione.

Kiwi

Sono ricchissimi di vitamina C, antiossidante per antonomasia, che fra l’altro aiuta la pelle a difendersi dalla secchezza causata dal freddo.

Mele e Pere

Contengono vitamine e minerali, sono in genere facilmente reperibili in inverno.

Cipolla e Aglio

Oltre a tener lontani i vampiri e negatività, cipolla e aglio possono aiutarci a contrastare le infezioni batteriche, grazie al loro contenuto di allicina. In inverno, perciò, possiamo sentirci più liberi di mangiarli, con buona pace di tutti. L’aglio, come sempre, è da preferire crudo o semicrudo.

Frutta secca

Noci, mandorle e nocciole sono ricche di zinco e vitamina E, utili a contrastare raffreddori e influenze. Elevato è anche l’apporto di proteine vegetali e grassi polinsaturi.

Cereali

Forniscono fibre e aiutano a scaldarsi senza caricare troppo la digestione. Come sempre, meglio preferire i cereali integrali e le farine poco raffinate. Il farro è un ingrediente gettonatissimo per molte zuppe invernali. Buonissimo e nutriente anche il grano saraceno.

Yogurt

I fermenti lattici e i probiotici contenuti nello yogurt aiutano a mantenere il benessere dell’apparato digestivo, difendendoci dai batteri patogeni e aiutando a prevenire gli stati influenzali.

Olio extravergine di oliva

Anche se le ricette invernali spesso non prescindono dal burro, è sempre consigliabile preferire l’olio extravergine di oliva, privo di colesterolo e ricco di vitamina E.

Carne

In inverno i cibi proteici sono più giustificati, pur senza eccessi. Le carni, oltre a ravvivare il metabolismo producendo calore, contengono ferro e zinco altamente assimilabili. Come sempre, in termini di frequenza e quantità consumate, è meglio preferire le carni bianche o il pesce.

Spezie

Il peperoncino contiene vitamina C e il sapore piccante può dare sollievo all’apparato respiratorio quando si è raffreddati. Lo zenzero può favorire la circolazione, e di conseguenza il riscaldamento corporeo. Anche la cannella e i chiodi di garofano hanno proprietà benefiche. Per preservare tutte le proprietà delle spezie, nel limite del possibile è meglio consumarle fresche.

Cioccolato fondente

Pur senza esagerare, il cioccolato fondente è la leccornia migliore dal punto di vista della salute. L’apporto di magnesio e il suo essere un antidepressivo naturale lo rendono anche un alimento molto adatto all’alimentazione invernale.

Miele

Il miele è il dolcificante da preferire sempre, e in inverno le sue proprietà balsamiche e antibiotiche sono particolarmente utili.

Acqua

Oltre a pensare a cosa mangiare quando fa freddo, non dimentichiamo di idratarci correttamente, una buona abitudine che favorisce la depurazione dell’organismo e il mantenimento di una giusta termoregolazione. Anche se in inverno lo stimolo della sete è più contenuto, è importante bere acqua spesso, magari sotto forma di infusi caldi e tisane, utili contro il raffreddamento. Gli infusi a base di liquirizia sono particolarmente indicati contro il raffreddore. Per diminuire la sensazione di freddo, conviene bere acqua a temperatura ambiente.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS