Serie Tv: “Chuck” e quel lungo viaggio verso la consacrazione ad agente segreto

Realizzata da Josh Schwartz e da Chris Fedak e trasmessa dal 2007 al 2012 sul network americano NBC (mentre in Italia essa è stata trasmessa in chiaro dal 2009 al 2013 su Italia1 e sul satellite dal 2008 al 2012 su Steel di Mediaset Premium), la serie “Chuck” è terminata nel 2012 negli Stati Uniti dopo cinque stagioni.

Ambientata a Burbank nella Contea di Los Angeles, in California negli Stati Uniti, la storia racconta di Charles “Chuck” Bartowski, un ragazzo che conduce una normale e monotona vita insieme alla sorella Eleanore (“Ellie”) ed al suo fidanzato, Devon Woodcomb (ironicamente soprannominato “Capitan Fenomeno” per il fatto di cimentarsi spesso in sport estremi), i quali lavorano entrambi come affermati chirurghi nell’ospedale della città. Chuck lavora al “Buy More” (“Comprare di più”), un negozio di elettronica dove, in qualità di tecnico informatico, ripara computer ed altri oggetti malfunzionanti, insieme a Morgan Grimes, il suo migliore amico, che si occupa invece della vendita della merce in negozio. I due, amici da sempre, condividono tra le altre cose l’interesse per il cinema (in particolare di fantascienza), per i videogiochi e in generale per la cosiddetta cultura di massa. La vita di Chuck prosegue tranquillamente fino a quando, durante l’episodio pilota, egli riceve una mail da Bryce Larkin, un tempo il suo migliore amico all’università di Stanford ed ora un agente della “CIA”, poi rivelatosi un traditore per avergli sottratto la fidanzata di allora e per averlo fatto espellere dall’università impedendogli di laurearsi e di accedere così ad una professione più remunerativa di quella attuale: in realtà, come si scoprirà in seguito, Bryce lo ha fatto per proteggere l’amico, evitandogli a sua insaputa di essere arruolato come spia nei servizi segreti e di farsi probabilmente uccidere, consentendogli così di avere una vita normale.

Una volta aperta la mail, il protagonista viene investito da una fulminante sequenza di immagini, tra le più disparate tra di loro, ed apparentemente senza significato: alla fine egli crolla a terra esausto. Il mattino seguente, dopo essere stato risvegliato da Morgan ed essersi recati al lavoro, Chuck inizia ad accorgersi che c’è qualcosa che non va. Infatti una volta ritornato a casa insieme all’amico, i due sorprendono un ladro mascherato con in mano l’hard disk del computer di Chuck: l’individuo li mette velocemente fuori gioco e, dopo avere distrutto inavvertitamente il bottino, fugge senza problemi. Poco dopo, all’interno di un negozio di ferramenta per cercare nuove serrature, il ragazzo si imbatte in un uomo: guardandolo per pochi secondi, Chuck inizia a vedere rapidamente nella propria mente una serie di immagini di persone e di luoghi relativi all’individuo, che sembrano indicarlo come un pericoloso soggetto. Scioccato per l’insolito fatto, egli ritorna subito a casa. La sera seguente Chuck esce insieme a Sarah, una ragazza che ha conosciuto al “Buy More” come cliente (e che ha cercato di rubare il computer del ragazzo a casa sua, perché voleva assicurarsi di recuperare ciò che Bryce ha mandato a Chuck). Quello che sembrava essere un normale appuntamento si rivela però essere altro. Mentre stanno ballando in un locale, Sarah nota alcuni uomini che li osservano: dunque corre fuori con Chuck e scappano in auto, inseguiti dagli uomini armati.

L’inseguimento si conclude a piedi sul tetto di un edificio, dove i due sono raggiunti da un uomo armato di pistola. A questo punto Chuck scopre finalmente la verità su ciò che gli è accaduto: la strana ed immensa sequenza di immagini che Bryce gli ha inviato è l’“Intersect” (“Intersezione”), una sorta di avveniristico ed innovativo computer mentale che contiene un colossale database creato negli anni dal governo, nel quale si trovano informazioni su criminali ed organizzazioni ricercati in tutto il mondo. Esso si è installato nella mente del protagonista e si attiva senza preavviso in corrispondenza di stimoli visivi e/o uditivi (definibili come “flash”), permettendogli di identificare persone e cose attinenti in qualche modo all’imponente mole di dati del database. Quindi la donna e l’uomo si identificano rispettivamente come Sarah Walker, un agente della “CIA” (“Central Intelligence Agency”), l’ente di spionaggio americano, e come il maggiore John Casey, ex ufficiale dell’esercito americano ed ora agente della “NSA” (“National Security Agency”), l’ente della “Sicurezza Nazionale” americano: i due agenti sono stati mandati in missione per recuperare l’“Intersect” e per riportarlo nella sede da cui è stato rubato. Mentre i due discutono su chi abbia la precedenza sul computer, Chuck osserva un edificio pubblico ed ha un flash relativo all’uomo che aveva visto il giorno prima: si tratta di un terrorista che vuole fare esplodere una bomba in quell’edificio, dove si sta tenendo una conferenza.

Nonostante i dubbi di Casey, i due agenti seguono Chuck fino alla sala della conferenza dove, grazie ad un’intuizione del protagonista, riescono a disinnescare l’ordigno. Dopo avere informato i rispettivi capi dell’accaduto, e dopo avere preso atto che non è possibile rimuovere l’“Intersect” dalla mente del ragazzo, viene stabilito che Sarah e Casey resteranno a Burbank sotto copertura con il compito di proteggere Chuck, il quale è ora diventato (non senza il suo disappunto) un’inestimabile risorsa per il governo. È così che, dal giorno seguente, Chuck trova al “Buy More” un nuovo collega, cioè lo stesso Casey che lavora sotto copertura come venditore e che abita vicino al ragazzo, e deve ora fingere di avere una relazione con Sarah (della quale egli si innamorerà veramente), che lavora sotto copertura come commessa in una gelateria poco distante dal negozio, sotto la quale è stata costruita la base operativa degli agenti. Dunque d’ora in avanti il protagonista si ritroverà coinvolto, più o meno intenzionalmente, nelle svariate missioni condotte dai due agenti, in quanto unica persona in grado di identificare istantaneamente persone, oggetti, luoghi, suoni e frasi relative a qualcuna delle moltissime informazioni che egli ha nella propria mente. Se nei primi tempi l’impacciato Chuck è più che altro una vittima delle circostanze che Sarah e Casey devono costantemente controllare, successivamente egli diviene un agente speciale che combatte a fianco dei due agenti.

Nel corso degli episodi Chuck rivedrà Bryce, che era stato dato per morto dopo che Casey gli aveva sparato mentre fuggiva con l’“Intersect”, e che sarà poi realmente ucciso da agenti nemici; si scoprirà poi l’esistenza di un’organizzazione antigovernativa, la “Fulcrum” (“Fulcro”), tra i cui intenti resta quello di impadronirsi dell’“Intersect” e di servirsene per i propri scopi (come si apprenderà più avanti, Bryce ha inviato il computer a Chuck proprio per impedire alla “Fulcrum” di possederlo), la quale, una volta annientata, sarà sostituita da un’altra organizzazione antigovernativa, l’“Anello”, decisa anch’essa ad ottenere in un modo o nell’altro l’“Intersect”. Dopo essere diventato ufficialmente un agente segreto, e dopo essersi fidanzato e sposato con Sarah, Chuck fonderà un’agenzia di spie che lavora su commissione, la “Carmichael Industries” (“Industrie Carmichael”), di cui egli farà parte con Sarah, con Casey e con l’amico Morgan, che è venuto a conoscenza del suo segreto, così come la sorella Ellie ed il cognato Devon, ora anch’essi sposati e sempre disponibili ad aiutare il protagonista.

L’originalità di questa serie deriva dal fatto di essere un’equilibrata e decisamente riuscita commistione di tre generi: quello della fantascienza, quello dello spionaggio e quello della commedia. L’elemento fantascientifico, costituito principalmente dall’“Intersect”, è ciò che dà inizio alla storia, e resta per l’intera serie il motivo ed il cardine attorno al quale sono costruite la maggior parte delle vicende di ricerca, di lotta e di cattura del criminale di turno: esso si può dunque considerare come quello primario. L’elemento dello spionaggio prevale logicamente con queste vicende, ogni volta che uno o più personaggi sono presenti all’interno dell’ipertecnologica base operativa, così come ogni volta che il protagonista e gli agenti utilizzano qualche strumento proprio del repertorio delle spie, tra armi, cimici ed altro ancora. L’elemento della commedia è quello che permea tutto il resto, dal momento che esso è costantemente presente (i titoli stessi degli episodi iniziano ironicamente sempre con Chuck Vs., cioè Chuck Contro), dalle scene molto parlate, spesso esilaranti e demenziali, nel contesto del “Buy More”, che costituisce un mondo a sè stante, con gli accordi e i disaccordi da un lato tra il capo e gli impiegati e dall’altro lato tra i venditori e i tecnici informatici, alle scene di azione (soprattutto durante le prime due stagioni), con la goffaggine di Chuck che contrasta con l’abilità nel combattimento di Sarah e di Casey e che complica spesso la situazione, facendo preoccupare la prima ed infuriare il secondo. In definitiva, Chuck è sostanzialmente una serie di fantascienza, benchè sia ibridata con altri due generi.

Nella serie sono presenti molteplici riferimenti a film e a serie televisive famose: in particolare sono richiamate in vari modi, tra le altre, le saghe cinematografiche di Star Wars, di James Bond e di Ritorno al Futuro, mediante frasi emblematiche, parodie di scene memorabili e presenze di attori e di attrici dei film in questione. Altre citazioni riguardano celebri saghe cinematografiche come Superman, Il Padrino, Matrix, Terminator e Die Hard, mentre per quanto concerne le serie televisive vengono omaggiate tra le altre famose serie come Lost e Breaking Bad. È poi arduo ricordare tutte gli attori e le attrici (famosi per un film o per una serie televisiva) comparsi in uno o più episodi della serie, spesso in omaggio all’opera che li ha resi famosi. Tra di essi sono da menzionare almeno Scott Bakula (il dottor Sam Beckett nella serie Quantum Leap, in Italia In viaggio nel tempo) e Linda Hamilton (Sarah Connor nella saga di Terminator) nei rispettivi ruoli del padre e della madre di Chuck, Christopher Lloyd (Emmett “Doc” Brown nella saga di Ritorno al futuro), Ray Wise (Leland Palmer nello storico serial Twin Peaks), Carrie-Ann Moss (Trinity nella saga di Matrix) e Mark Hamill (Luke Skywalker nella storica saga di Star Wars). Questa serie può vantare inoltre un primato: si tratta infatti della prima serie televisiva al mondo ad avere un episodio (Chuck Vs. The Third Dimension, il dodicesimo episodio della seconda stagione) girato completamente con la tecnica del 3D. La serie ha ottenuto molte nomination ed ha vinto alcuni premi: tra gli altri due Emmy, un Eddie Award (il premio dell’“American Cinema Editors”, l’associazione americana di montatori cinematografici) e tre Tv Guide Award.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS