La redazione

WHITE DUE bisProprietario
thedotcompany s.r.l.

Direttore responsabile
Gianfranco Parmiggiani

Editore 
thedotcompany s.r.l.

CCIAA Reggio Emilia n°02327630352 – REA n°271799
P.I./C.F. 02327630352

Sede redazione
Via della Costituzione, 31
42124 Reggio Emilia
tel. 0522.51.11.39
fax 0522.17.11.161

Registrazione Tribunale RE n° 1251 del 29/04/2011

Provider
Aruba

Alberto Biancardi attualmente è commissario dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas. E’ stato direttore generale di Cassa Conguaglio per il Settore Elettrico e direttore dell’Acquirente Unico. E’ responsabile dell’area energia e infrastrutture di Arel.

Giornalista. Testarda e creativa. Viaggiatrice instancabile e curiosa, percorrendo le strade dell’Universo amo fare domande e prendere appunti. Scrivere è la mia passione. La scrittura è un lavoro lento, a volte silenzioso e solitario, a volte prorompente e rivoluzionario.
Raccontare e raccontare…
La scrittura dà forma alla realtà, crea e ricrea il mondo. On the road again…

Alex Bartoli, classe ’73, disoccupato, lavoratore stagionale estivo negli studi di TeleTricolore, come conduttore de La Montagna nel Pallone. Maestro di scuola elementare mai esercitante, giornalista sportivo professionista esercitante fino al 2012 (Ultime Notizie, L’Informazione, Prima Pagina, TeleTricolore e RadioErre). Attuale addetto stampa della Federazione Bocce e, “senza portafoglio”, di CONI e Comitato Paralimpico, aboliti a livello provinciale dai vertici nazionali.
Ma è negli hobby che va forte, anche se è un pessimo pubblicitario di se stesso. E infatti nessuno sa del successo nel concorso internazionale “Le Fenici” del 2012 (Edizioni Montag), con il racconto “La Signora D”, pubblicato dalla stessa casa editrice. Idem per i due racconti pubblicati nelle raccolte “Raccontiamo” e “Raccontiamo 2” (Edizioni Aliberti, 2006-2007) e il quinto posto nel concorso letterario internazionale “Narrando” (ALBUSedizioni, 2012).
Allenatore “patentato” di calcio a 5, ma anche in questo campo pessimo pubblicitario di se stesso: qualcuno ricorda, nelle vesti di vice allenatore della Reggiana Calcio a 5, della vittoria della Coppa Italia di Serie B nel 2009 e della promozione in A2 del 2012?
Grande appassionato di cinema e adepto della sintesi, come imprescindibile regola di scrittura.

avatar

Anna Vittoria Zuliani (Reggio Emilia, 1988) è architetto, laureata presso il Dipartimento di Architettura di Ferrara con una tesi dal titolo “In-Between. Lo spazio residuale come risorsa per la città contemporanea”. Nel 2014 è finalista al Concorso Giovani Critici, promosso da presS/Tletter-Associazione Italiana di Architettura e Critica e professioneArchitetto. Ha collaborato con studi professionali tra i quali Iotti+Pavarani Architetti (Reggio Emilia), Natasha Reid Design (Londra), CBA – Camillo Botticini Architetto (Brescia). Dal 2011 è editor freelance per testate locali e nazionali specialistiche come Artribune e Juliet Art Magazine.  Attualmente vive a Reggio Emilia, dove svolge la libera professione come architetto.

Carlo Vanni, classe 1968, è prima elettrotecnico, poi Dottore in Sociologia con specializzazioni in Comunicazione, Antropologia, Criminologia ed Economia; ha collaborato per anni con testate locali, scrive saggi e racconti e si diletta di molte cose, tra le quali musica, giochi di ruolo, cinema, gastronomia, organizzazione di eventi, libri, fumetti, sport, crescere un figlio e altro ancora. Grazie a tutto questo passa da ruoli Megadirigenziali retribuiti con un tozzo di pane a lavori impiegatizi di livello Fitoplancton retribuiti con un tozzo di pane. Adora i tozzi di pane, che sa cucinare in svariati modi, e ha firmato per il Referendum “Vogliamo una giornata di 58 ore”.

Laureato in ingegneria informatica all’università di Parma, sostenitore del “Il potere dell’umano è immenso..ma non si guadagna e non si studia in nessun libro”, Mattia “D3stroyah” Lentini è un personaggio abbastanza noto in rete soprattutto per il suo passato da gamer e per la sua presenza in una moltitudine di community online. Nella redazione di 7per24 si occupa dei montaggi video e delle modifiche dirette al codice del sito. Hardcore jQuery fan, sempre pronto a districarsi tra sfide in campo del web programming; nel tempo libero palestra, moto e amici, i suoi riferimenti.

Daniela Anna Simonazzi vive ad Albinea insieme al marito e alle figlie Vittoria e Francesca . Nel 2003 pubblica un libro sulla vicenda resistenziale del comandante Azor. Scrive articoli per la stampa locale in particolare su argomenti legati alla memoria storica e ad alcune vicende reggiane “misteriose”. Nel 2007 insieme a Giovanni Lindo Ferretti organizza a Tapignola un “25 aprile Solitario” e ha inoltre proposto e collaborato alla ristampa de “La Nuova Penna”. Oltre a un occhio di riguardo al passato serio, ne ha uno non meno attento al presente faceto: cinema, vacanze al mare, buona cucina e giardinaggio

Laureatasi in lettere presso l’Università di Bologna con una tesi in antropologia culturale, dal 1976 ha insegnato lingua e letteratura italiana e latina in diversi licei, pubblicando saggi di antropologia ed articoli di storia e critica letteraria. Nel 2000 dirige la cucina, in qualità dichèf, dell’Osteria del Viandante a Rubiera (Reggio Emilia).Nel 2004 ha conseguito il titolo di “Specialista in valorizzazione del patrimonio alimentare egastronomico” frequentando il Master in “Cultura dell’alimentazione” presso il Dipartimento di Paleografia e Medievistica dell’Università degli Studi di Bologna, autrice Passeggiata per Marola, La Notte di San Giovanni ,Missale Vetus ad usum e La cucina dei conventi e dei monasteri – e ha prestato la
propria consulenza in Sacher, il ricettario della grande cucina austriaca (Giunti Editore).
Docente presso l’Università di Pollenzo e Tor Vergata Roma.

Edoardo Tincani ha fatto studi economici, lavori molteplici e cinque figli unici (in collaborazione con Lucia). La prima volta che è comparso sul settimanale diocesano di cui in seguito è diventato responsabile, è stata in una foto di copertina, nel giugno 1999: stava cantando una parodia di Max Pezzali al “Festincontro”, con in mano il microfono e una copia di “La Libertà”, su un prato del Seminario di Reggio Emilia. A un certo punto della vita ha dovuto scegliere tra il cabaret e il giornalismo: in realtà ha convissuto cinque anni con una creatura extraterrestre – E.T. – che concilia le due anime. Tincani è quello che Gianfranco Parmiggiani sarebbe diventato (e meglio di lui) se solo avesse perseverato nel giornalismo ecclesiale. Collabora con 7per24 per amicizia, perché crede nella collaborazione tra giornalisti. Il suo primo impegno, però, rimane la famiglia, fonte di preoccupazioni e di gioie sovrabbondanti. “Family man” è la rubrica nata per raccontare spaccati seri e ameni del vissuto quotidiano di un marito e padre che volentieri vivrebbe in un mondo più semplice.

Nato nel 1984 a Scandiano, muove i primi passi nel mondo del giornalismo nella redazione sportiva del Corriere di Firenze. Torna a casa e per 6 anni fa il redattore a tempo pieno all’Informazione, prima a Reggio, poi a Parma. Colto da un’attrazione irresistibile per il web, si butta a capofitto nell’avventura di 7per24.

Laureata in Scienze della Comunicazione, inizia a fare informazione all’interno della redazione di un giornale online. Per sette anni è redattrice a tempo pieno del quotidiano “L’Informazione”: si occupa prevalentemente di cronaca bianca, e per un periodo gestisce le pagine di cultura e spettacoli. Al termine del praticantato, diventa giornalista professionista nel 2008. Dopo alcuni mesi a “Prima Pagina”, oggi collabora con E’ tv Teletricolore e svolge attività di ufficio stampa.

Nato a Reggio Emilia il 21.11.71, diplomato al Liceo Classico Ariosto, laureato in Giurisprudenza presso la Università degli Studi di Modena nel 1998 dopo aver partecipato al programma Erasmus in Francia, ha svolto servizio militare di leva nell’Esercito come Ufficiale di complemento con il grado di Sotto Tenente di Fanteria, effettuando poi periodo di richiamo alla Scuola di Guerra di Civitavecchia come Consulente legale esperto di Diritto umanitario (nome attuale del vecchio “diritto bellico”) Dal 2001 è iscritto all’Albo degli Avvocati tenuto dal Consiglio dell’Ordine di Reggio Emilia, dal 2002 al 2010 ha svolto per la Procura della Repubblica di Modena le funzioni di Pubblico ministero di udienza. Attualmente è referente regionale della commissione degli esperti legali AIA-FIGC. “Mi piacciono le donne – dice di sé – ma sono un anti-donnaiolo”.

Roberto Fieschi, già titolare della cattedra di Struttura della Materia presso
la Facoltà di Scienze, è professore emerito dell’Università di Parma. Nel 2000,
al compimento del settantaduesimo anno, ha lasciato il ruolo didattico della
sua attività accademica, continuando la sua attività di divulgazione
scientifica e di teledidattica con strumenti multimediali.

Parmigiano, giornalista professionista, 35 anni, sono approdato al web dopo anni di sudore e lacrime sulla carta stampata. Adoro scrivere ma ancora di più leggere. La chiamano cultura, ma secondo me è pigrizia.

Piccola sognatrice incallita, Valentina Barbieri nasce a Reggio Emilia nel 1992.
Scopre nella culla una gemella che la scruta con aria contrariata fin dai primi istanti di vita.
A tre anni si ritrova su una collina a cantare di notte “Ridi pagliaccio”(dai Pagliacci di Ruggero Leoncavallo),
mentre i suoi amichetti si divertono al pincopanco.
Detesta dalla nascita i suoi capelli ricci e ama scrivere da quel giorno in cui ha scoperto l’alfabeto.
Si diletta a sventrare il mondo e cercare di capirlo. E’ amante del ventre, nell’uomo e nelle cose.
Ama la gonna perchè è segno di libertà. Figlia del liceo classico, non si è pentita(ancora) delle ore passate a memorizzare i verbi greci
e dei classici che ha masticato per anni.
Odia essere definita. Non è poeta né giornalista. Negata per la tecnologia, avrebbe dovuto nascere in un altro secolo.
Adora il rumore delle vecchie macchine da scrivere e camminare scalza ovunque.
E’ logorroica, incostante ed impertinente.

ALEXIA SALATI

Laureata in lettere moderne con tesi in storia dell’arte è giornalista (per via dell’iscrizione all’ordine) e un po’ organizzatrice di eventi. Curiosa di tutto, esperta di niente, ama leggere sopra ogni altra cosa, ma anche cucinare, viaggiare, ascoltare musica. E sopratutto è appassionata di ogni forma d’espressione che racconti una storia.