Home » Articoli scritti da gianpar

Letteronzole
Palazzo Magnani e il “new deal” della cultura

<small><i><font color=grey>Letteronzole</font></i></small><br> <small>Palazzo Magnani e il “new deal” della cultura</small>

Partiamo dai fatti: nel maggio 2014 un gruppo di presunti intellettuali firma, alla vigilia delle elezioni amministrative che avrebbero dato un nuovo sindaco alla città, una lettera-appello al futuro primo cittadino. Che diceva più o meno così: basta, per pietà, con gli assessori alla cultura di nomina strettamente politica (come tali non in grado per […]

Rivoluzionari
di settembre

L’Impero dei sensi (perduti)

<small><i><font color=grey>Rivoluzionari<br> di settembre</font></i></small><br> <small>L’Impero dei sensi (perduti)</small>

Cronache di fine estate o di infinito impero: una pioggia salvifica (specie per l’ambiente) sparpagliata dal vento, ha sospeso sabato scorso in quel di Cavriago la celebrazione macchiettistica del centenario della Rivoluzione d’Ottobre (cui la Reggio politica, pur tra molti distinguo, deve ancora molto). Organizzata facendo parlare, a mo’ di ventriloquo, il busto di Lenin. […]

Caramelle incazzate
300 opliti antipedofilia (con riflessione didascalica)

<small><i><font color=grey>Caramelle incazzate</font></i></small><br> <small>300 opliti antipedofilia (con riflessione didascalica)</small>

Sarà… ma i girotondi versus personam (con tanto di capofila altoparlante munito, in una selva di microfoni, flash e smartphone) lasciano sempre un po’ di perplessità nella mente di chi scrive questa didascalia un po’ più estesa. Vuoi perché il giudice ha applicato la legge, vuoi perché il reo di una vicenda davvero odiosa come […]

Socialloqui
Il branco facebook

<small><i><font color=grey>Socialloqui</font></i></small><br> <small>Il branco facebook</small>

C’è un elemento sociologicamente ed antropologicamente ancora più drammatico nella vicenda del giovane italiano brutalmente ucciso da suoi coetanei in una discoteca spagnola, rispetto all’omicidio stesso consumato in un luogo teoricamente adibito al divertimento. Oltre alla bestialità del o dei giovani carnefici discotecari (l’archetipo del delitto cruento per “futili o inesistenti motivi” discende già dalla […]

Fantozzi batte Vasco Rossi

Fantozzi batte Vasco Rossi

E’ “bastata” la morte dell’ultimo (forse) genio italico dopo la scomparsa di Umberto Eco, quella di Paolo Villaggio, per fare riaccostare il buon senso all’etimo delle parole. Solo il talento assoluto infatti, declinato nei modi espressivi della contemporaneità, unisce le generazioni (in questo caso in una risata catartica) e influisce sul gusto e sulla lingua […]

Di capre e Caproni

Di capre e Caproni

Chi era Giorgio Caproni? “Semisconosciuto” scrittore italiano (morto nel 1990 non chissà in quale secolo) fino a quando una sua “traccia” compare all’esame di maturità? A modestissimo parere di chi scrive, uno dei migliori poeti del ‘900 italiano, secondo solo a Montale (ma di lui molto più comprensibile anche ai non addetti ai lavori). E […]

Beati (Scopelli) Vs Allegri (non Massimiliano)

Beati (Scopelli) Vs Allegri (non Massimiliano)

Non si fa in tempo ad elucubrare un arzigogolo scrittorio sull’esempio finalmente di liberalità reggiana (la consacrazione pubblica a Maria da parte del Vescovo mentre in Comune si presentava il Gay Pride Mediopadano nell’apparente silenzio rispettoso reciproco) che il nero su bianco viene castrato (per restare nell’ambito di una terminologia apocalittica) dalla notizia di una […]

Una mattina mi son svegliato e ho trovato il relator…

Una mattina mi son svegliato e ho trovato il relator…

A sventolamenti freddi, il giorno dopo la ricorrenza del 25 aprile forse più divisivo di sempre, con cortei l’un contro l’altro sbandieranti nella Capitale o con esponenti dei Centri sociali che insultano gli sfilanti ebrei che diedero la vita per i loro padri (ed altri prodotti della post-ideologizzazione), il bilancio discorsivo dai pulpiti della Liberazione […]

Le coop, il “bene collettivo”, lo “sterco del diavolo” ed il capitalismo più o meno perseguito

Le coop, il “bene collettivo”, lo “sterco del diavolo” ed il capitalismo più o meno perseguito

Bisognerebbe intendersi su quel “bene collettivo” che rappresentano le coop sul territorio reggiano. Se per bene collettivo intendiamo qualcosa di molto simile all’immagine più sbandierata e meno perseguita dell’Italia tutta, il “bene comune”, siamo lontani dal verosimile. Se invece lo accettiamo come “senso comune” perché indiscutibilmente esse hanno rappresentato per decenni un modello particolarmente fiorente […]

Petit Paques

Nel giudizievole dì, noli me scoperchiare (in ladino maccheronico)   Cristo Bonsignore nel dì fatale ti prego non me resuscitare. Da tempo immemore in quella guisa mortale festa beati aulenti rischio rovinare. Temo me medesmo assai puzzare      

Pagina 1 di 23123Avanti ›Ultima »