Civismo vs vandalismo II: a Rivalta c’è anche chi butta le mobike giù dal ponte per noia maleducata

Ecco che fine fan fare alle mobike…

“Civismo contro vandalismo a Rivalta” si arricchisce (si fa per dire) di una nuova puntata. Sotto il ponticello del parco del Rio della Vasca, accanto al cartone abbandonato e ai due sacchetti di rifiuti che già avevamo segnalato, è apparsa nel pomeriggio di ieri (martedì) anche una mobike.

Azione simbolica di resistenza (in)civile contro il porta a porta? Barbone che ha trascorso una delle ultime serate tiepide di settembre sotto il ponte? Protesta contro il sistema di bike sharing attivato alcuni mesi fa dal Comune? O semplici gesti di vandalismo? La mobike – che nelle ore mattutine era stata avvistata da alcuni rivaltesi parcheggiata tra il sottopasso di via S.Ambrogio e il ponticello del parco – avvalora nettamente la quarta ipotesi, quella di un idiota che si diverta a compiere piccoli, spregevoli atti di vandalismo gettando cose dal ponte.

Ora, se è indubbio che contro la maleducazione e la stupidità si possa fare ben poco, anche perché non è possibile mettere una guardia giurata, un vigile urbano o una telecamera di sorveglianza ogni 300 metri a presidio di tutti i camminamenti e le piste ciclabili a città, sarà anche opportuno che chi di dovere (l’Amministrazione Comunale? Iren? Altri?) provveda molto rapidamente allo sgombero e alla pulizia dell’area. Se non altro per impedire che uno dei parchi più graziosi di Reggio si trasformi davvero in una discarica abusiva. Non si può pensare che siano sempre i volontari e l’impegno civico dei cittadini a risolvere i problemi e a togliere le castagne del fuoco.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *