Fiat Voluntas Tua

Sergio Marchionne è morto a Zurigo, dove da alcune settimane era ricoverato, e da alcuni giorni si trovava in coma irreversibile.

Il manager, per 14 anni amministratore delegato di Fiat-Chrysler, aveva compiuto 66 anni lo scorso 17 giugno. Il gruppo Fca, in un comunicato ufficiale emesso sabato pomeriggio, aveva confermato che le sue condizioni di salute erano gravissime: «Non potrà riprendere la sua attività lavorativa», si leggeva nella nota. Informazioni successivamente emerse hanno specificato che Marchionne, dopo l’intervento alla spalla subito il 28 giugno, aveva avuto complicazioni inattese e gravissime, che lo avevano costretto in uno stato di coma irreversibile a partire da venerdì.

Al suo posto, in Fiat-Chrysler è subentrato come amministratore delegato il britannico Mike Manley, mentre la carica in Ferrari è passata a carica a Louis Carey Camilleri, con John Elkann presidente di entrambe le aziende.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS

2 Responses to Fiat Voluntas Tua

  1. Federico Parmeggiani 25 luglio 2018 at 11:54

    Se ne va uno dei manager più dotati e talentuosi degli anni 2000.
    Una capo azienda che ha salvato un pezzo di storia industriale italiana dall’estinzione.
    Un uomo che negli ultimi quindici anni ha condotto un ritmo di vita che nessuno di quei poveretti che in questi giorni l’hanno ingiuriato e offeso riuscirebbe a sostenere per manco una settimana.

    Speriamo che a lui seguano altri grandi manager italiani, capaci di imporsi a livello mondiale

  2. Radical Schif 26 luglio 2018 at 10:15

    Concordo su tutto quello che ha scritto: chi non fa, non sbaglia.

    Ora tutti a dire cosa poteva fare di meglio, poi invece quando tocca a loro se la fanno addosso… non sarebbero in grado di mandare avanti nemmeno una tabaccheria.