Iren: il caraffone va avanti da sé… un Fontanone di acqua gratuita davanti al Valli

Reggio Emilia ha un nuovo Fontanone, la fontana mobile di Iren che tanti reggiani hanno incontrato in manifestazioni pubbliche trovando ristoro alla propria sete. Sono stati gli studenti del Liceo Artistico statale Gaetano Chierici a progettarlo con un progetto innovativo di Alternanza Scuola Lavoro, che ha visto impegnati oltre al Liceo reggiano anche il Gruppo Iren e Vimaplast Materie Plastiche Riunite, le due aziende che realizzarono il primo Fontanone cilindrico ancora in funzione.

93 studenti coinvolti, suddivisi in 4 classi, che, dopo specifici momenti di formazione con Iren e Vimaplast, hanno messo sul tavolo creatività e fantasia, ma anche conoscenze tecniche di design industriale e di comunicazione, predisponendo più di un centinaio progetti visionati da una commissione composta da esperti del Chierici, Iren e Vimaplast Materie Plastiche Riunite.
Il progetto vincente è stato quello dello studente Evelin Malanciuc di VH sezione architettura, che diventa padre del nuovo Fontanone a forma di caraffa blu, ribattezzato il “Caraffone”.
Tante le altre novità del Fontanone 2.0: una maggiore attenzione per cittadini piccoli e grandi e con difficoltà di movimento e un getto per vaporizzare l’acqua quando il caldo si fa troppo forte. Confermato il colore: il blu dell’acqua del rubinetto che continuerà a dissetare ovunque i reggiani.

Il nuovo Fontanone è stato presentato in Piazza della Vittoria, di fianco al teatro Valli ed alla presenza del Sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi, che ha detto:”Si tratta di un’importante opera per tutti i reggiani, che tocca un tema altrettanto importante il bene comune dell’acqua, che è prezioso ed è legato alla sostenibilità come questa esperienza di alternanza scuola lavoro”
Cristina Miari di Vimaplast Materie Plastiche Riunite, ha affermato: ”E’ un’esperienza molto importante, che ci ha visto lavorare in sinergia con il Chierici; va messa in luce la grande creatività degli studenti del Chierici”.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS