Credem approva risultati primo trimestre 2018: +54,6 milioni di utile netto

Il Consiglio di Amministrazione di Credem sotto la Presidenza di Lucio Igino Zanon di Valgiurata ha approvato i risultati individuali e consolidati del primo trimestre 2018 (informativa finanziaria periodica aggiuntiva). Nel dettaglio, i dati confermano l’affidabilità e la solidità del Gruppo che ha registrato a fine marzo un CET1 Ratio a 13,63%, ai massimi livelli del sistema, con un margine di oltre sei punti percentuali rispetto al livello minimo assegnato da BCE per il 2018 pari a 7,375%. La consueta qualità dell’attivo è attestata dal rapporto tra crediti problematici lordi ed impieghi lordi (NPL Ratio) a 5,3% rispetto a 11,1% della media delle banche significative italiane. Nel trimestre è proseguito il sostegno a privati ed imprese con prestiti a 23,9 miliardi di euro in crescita del 4% a/a, incremento più che doppio rispetto al sistema che fa segnare +1,7% a/a.

E’ proseguita inoltre la strategia di assunzioni con l’inserimento di 85 persone di cui oltre il 70% giovani con una crescita dell’organico complessivo dell’1,2% a/a. Nel primo trimestre sono stati inoltre acquisiti 28 mila nuovi clienti e la raccolta complessiva da clientela è cresciuta del 3,6% a/a raggiungendo 66,2 miliardi di euro (+2,3 miliardi di euro in valore assoluto a/a) con particolare attenzione ai servizi di gestione del risparmio (raccolta gestita +4% a/a) e protezione assicurativa (raccolta assicurativa +7,3% a/a). Il Gruppo ha inoltre continuato a generare una consistente redditività con 54,6 milioni di euro di utile netto consolidato in progresso dell’11,4% rispetto a 49 milioni di euro del primo trimestre 2017 e dopo aver accantonato, al lordo dell’effetto fiscale, 10,9 milioni di euro come contributi al Fondo di Risoluzione Unico.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *