“E’ evidente che la gente è poco seria…” cantava G.Gaber: cortei antifasciti e in memoria delle Foibe

Anche John è “stravolto”, decisamente smarrito

Dopo le polemiche dei giorni scorsi intorno alla manifestazione di Macerata, i rappresentanti delle tante anime della sinistra – e non solo – si sono dati appuntamento in Piazza del Nettuno a Bologna al presidio antifascista convocato da Anpi, Arci, Cgil e Libera Emilia-Romagna.

Ai piedi del sacrario che ricorda le vittime del nazifascismo, tanti i rappresentanti e candidati di Pd (Francesco Critelli, Sandra Zampa, Andrea De Maria), LeU (Vasco Errani), M5s (Alessandra Carbonaro, candidata alla camera e il capogruppo Massimo Bugani) oltre a Potere al Popolo e Sinistra Rivoluzionaria. Dal palco tra gli interventi, duro il segretario regionale Cgil, Luigi Giove: “Quello di Macerata non è stato un gesto isolato ma un attentato di matrice xenofoba e terrorista.

In Italia – ha detto – ci sono associazioni fasciste che si muovono liberamente sul territorio e partiti di stampo fascisti che si presentano alle elezioni. E troppo spesso si lasciano spazi pubblici a chi non ha diritto di occuparli”.

Doppia manifestazione invece a Reggio Emilia; la destra si è data appuntamento in piazza per ricordare le vittime delle Foibe e la sinistra (rappresentata dai centri sociali) per gridare ancora una volta all’allarme fascista. In entrambi i casi le persone presenti erano poche decine; nessun  problema di ordine pubblico.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS

One Response to “E’ evidente che la gente è poco seria…” cantava G.Gaber: cortei antifasciti e in memoria delle Foibe

  1. virginiofrello 13 febbraio 2018 at 18:00

    Mi raccomando, state tutti in casa !

    Non per stupri, rapine, borseggi, violenza, non perchè lo stato vi mangia lo stipendio in tasse, ma perchè c’è il gravissimo pericolo del fascismo.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *