Una band bolognese strega Sanremo 2018
L’Italia è una vecchia che balla
Figata! Lo Stato Sociale già vincitori morali del Festival. Un brano ficcante e orecchiabile, con un geniale contrasto tra i giovani senza futuro e le acrobazie di un’ottuagenaria. La prima serata è loro, mentre i politici…

“Una vita in vacanza” è la canzone proposta dal gruppo bolognese Lo Stato Sociale

-> CLICCA E GUARDA IL VIDEO DELL’ESIBIZIONE DI IERI SERA A SANREMO

Fantafestival: gli interpreti politici reggiani – 1

Paolo Gandolfi, accompagnato dai Ladri di Biciclette, ieri sera ha duettato con Baglioni sulle note della celebre “Sabato pomeriggio” (“Parlamento non andare via / senza i tuoi capricci che farò… Seeenza te scoppierei / senza te brucerei / tutti i sogni miei”).

Mirko Tutino, ex frontman degli Iren e Le Storie Tese, ha cantato con Fiorello una vecchia hit del mattatore, “Finalmente tu” (“E poi finalmente tu / tirar tardi in centro a Roma / poi di corsa alla buvette insieme a te / un mesetto ancora e poi / c’è Bersani qui con noi / voglio tornare a far valere i voti suoi”).

Andrea Rossi, che l’anno scorso ha sfiorato la vittoria urlando il ritornello di “Storia di un grande amore” (inno ufficiale della Juventus), all’Ariston si è esibito con Ivana Spagna interpretando la famosa canzone del film “Il Re Leone”, ossia “Il cerchio (magico) della vita” (“E un bel giorno ti accorgi che esisti / che sei parte d’un collegio anche tu / non per tua volontà / e ti chiedi chissà / siamo qui per volere di chi / per te che lotti o che governi, non sai se Lotti o la Boschì” – con accento sulla ‘i’).

Il segretario Pd ‘Nikka’ Costa da casa: “Via al televoto!”. Stasera si replica…

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS