Palloni sgonfiati, ovvero: mamma ho perso i Mondiali. Un libro “filosofico” spiega come risollevare (concretamente) il calcio italiano in crisi: presentazione venerdì alla Panizzi

Pensieri, non lacrime. Un godibile saggio a tre teste sul calcio tricolore (ma non solo), ricco di riflessioni precedenti e successive all’eliminazione dai Mondiali della nostra Nazionale, sarà presentato alla biblioteca Panizzi di Reggio Emilia venerdì 29 dicembre con inizio alle ore 18.

La filosofia non si è mai occupata di calcio, l’economia di rado per guardare dentro i bilanci delle società. Da qualche tempo, tuttavia, i filosofi hanno cominciato a mettere il naso anche nei fenomeni della cultura pop, dal Dr. House agli altri grandi fenomeni dello showbiz.

Ora è arrivato un volumetto che farà discutere perché due filosofi, Alessandro Pagnini, docente a Firenze di Storia della Filosofia e Corrado Del Bò, docente di Filosofia del Diritto alla Statale di Milano, assistiti da Emilio Becheri, grande esperto di economia del turismo, si sono posti un interrogativo che in questi tempi attraversa la mente degli italiani: “Dove va il calcio italiano? Filosofando prima e dopo l’Apocalisse” (thedotcompany editore). Tutti e tre grandi tifosi ed esperti dell’arte pedatoria o pallonara.

Una crisi strisciante e mai presa di petto di stelle e di risultati è stata clamorosamente sancita dall’eliminazione degli Azzurri dalla fase finale dei Campionati del mondo che si svolgeranno nel 2018 in Russia. Per la prima volta da 60 anni a questa parte i tifosi italiani saranno prestati ad altre più o meno simpatiche nazionali.

Dunque è arrivato il momento di aprire una grande e aperta discussione, prima e dopo quella che è stata definita con popolare enfatizzazione “l’Apocalisse”, partendo dal “dato di fatto che sulla spinta socioeconomica della globalizzazione ormai in ogni Paese la presenza di stranieri nel calcio è preponderante”.

E qui serve anche l’esperienza e la scienza del filosofo. Pagnini cerca di cogliere attraverso l’analisi tecnica di schemi, tattiche e strategie, lo spirito del calcio italiano. Del Bò si pone questioni di diritto e di etica, mentre Becheri fornisce al lettore i dati sulla provenienza dei calciatori e dei tecnici che migrano nei campionati europei.

Il volume consta appunto di tre capitoli: “Prima gli Italiani? Argomenti filosofici sulla presenza di stranieri nella serie A” (Del Bò), “Il neo-calcio all’italiana” (Pagnini) e, prima di un’edificante e conclusiva Appendice, un primo piano comparativo – denso di numeri, grafici, tabelle e statistiche – sui cinque maggiori campionati di calcio in Europa (Becheri).

Per rilanciare il calcio italiano, ammonisce Pagnini, occorre liberarsi di dogmi e pregiudizi pensando a passati allori: “La vera sfida della creatività – afferma – non è tanto quella dell’avere idee nuove, quanto quella di saper cambiare le idee vecchie, come minimo di saperne vedere i limiti, magari con una buona dose di ironia”.

***

Emilio Becheri, Corrado Del Bò, Alessandro Pagnini
Dove va il calcio italiano?
Filosofando prima e dopo l’Apocalisse

(clicca e acquista l’ebook o la versione cartacea del libro)
thedotcompany editore
pp. 110, €12,90

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS