Salone dell’orientamento, 3.000 ragazzi in cerca della giusta direzione (di studio)

Tormentone. “Tu cosa fai a Capodanno?”

Grande successo anche quest’anno per “La Provincia che orienta: scegli la tua strada”, il Salone dell’orientamento promosso dalla Provincia di Reggio Emilia per aiutare i circa 5.000 ragazzi di terza media, e le loro famiglie, nella fondamentale scelta della scuola superiore. A mezzogiorno erano già circa tremila (2.028 solo nella prima ora), le persone che avevano varcato il portone della sede reggiana dell’Università in viale Allegri, dove anche quest’anno la Provincia ha allestito spazi espositivi per tutte le scuole superiori e gli enti del sistema di formazione professionale reggiano.

Ad aprire il Salone, alle 9, la prima delle due presentazioni collegiali in aula magna (la seconda è in programma alle 14.45) da parte dei dirigenti scolastici di tutti gli istituti superiori.  A dare il benvenuto ai ragazzi, lo stesso presidente della Provincia di Reggio Emilia, Giammaria Manghi, che ha esordito sottolineando come “la Provincia abbia fortemente voluto mantenere, nonostante il processo di riforma che ha coinvolto l’ente e le sue funzioni, questo momento così importante per i nostri giovani e le nostre famiglie”. “Tutto oggi viene dato per scontato, ma avendolo vissuto dall’interno posso assicurarvi che aver realizzato per l’ottavo anno questo Salone è per la Provincia una conquista”, ha aggiunto chiedendo un applauso “al personale del Servizio Scuola e a tutti coloro ai quali dobbiamo questa giornata”.

“Quando avevo la vostra età – ha proseguito il presidente Manghi – il Salone non c’era, nascevano le prime guide, ma niente di paragonabile a questo appuntamento così articolato e collegiale che permette a voi e ai vostri genitori di interloquire direttamente con dirigenti e insegnanti di tutte le scuole. La formazione è un pilastro fondamentale di ogni comunità, che si costruisce proprio attraverso il cammino di ogni singola persona, le loro conoscenze e le loro competenze. L’orientamento è dunque un’azione fondamentale per voi ragazzi in un momento cruciale del vostro cammino di vita, che dall’adolescenza vi porterà all’età adulta, forse il primo momento nel quale, insieme ai vostri genitori,  iniziate a mettere sul tavolo l’idea di progetto del vostro futuro”.

“L’augurio, non rituale, che vi rivolgo è quello di  sfruttare al meglio, in una dimensione di consapevolezza accompagnata da possibilità conoscitiva, questa prima grande occasione di cimentarvi con voi stessi e con il cammino che siete chiamati a percorrere nella vita”, ha concluso il presidente della Provincia.

Sabato 2 dicembre il Salone dell’orientamento farà tappa in provincia. L’iniziativa si svolgerà a partire dalle 14,30 a Guastalla (istituti Russell e Carrara, via Sacco e Vanzetti 1), Castelnovo Monti (dove l’attività di presentazione di Cattaneo-Dall’Aglio e Mandela è prevista all’oratorio “Don Bosco”), Montecchio (istituto D’Arzo, via per Sant’Ilario 28/c), Scandiano (istituto Gobetti, via della Repubblica 41) e  Correggio (liceo Corso in via Roma 15, convitto Corso in via Bernieri 8, istituto Einaudi in via Prati 2).

Anche quest’anno, manifesti e volantini del Salone dell’orientamento sono stati realizzati praticamente a costo zero grazie alla progettazione curata dagli studenti dell’ indirizzo grafico del “Pascal” di Reggio Emilia e alla stampa effettuata dall’indirizzo grafico del “D’Arzo” di Montecchio e Sant’Ilario.

Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito della Provincia di Reggio Emilia www.provincia.re.it  oppure contattare il numero di telefono 0522.444.855 o scrivere all’indirizzo di posta elettronica polaris@provincia.re.it .

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *