Addio a Vanda Giampaoli: morte improvvisa della nota civilista impegnata in politica

Una bella, recente immagine di Vanda Giampaoli

Ha combattuto l’ultima battaglia lontano dai riflettori, immaginiamo con la stessa forte determinazione di sempre: purtroppo il male ha avuto il sopravvento e ha portato via questa notte Vanda Giampaoli, 56 anni, avvocato civilista tra i più noti della città.

Era ricoverata al Core da qualche tempo, a causa di una malattia fulminea che non le ha lasciato scampo: lascia il marito Roberto Rabitti, responsabile finanza della Ferrarini spa, con cui era sposata da 30 anni; e due figli gemelli, Nicola e Daniele, da poco laureati. Titolare dello studio professionale Vanda Giampaoli &c. di via della Previdenza sociale, grande appassionata di basket e Pallacanestro Reggiana, Giampaoli è stata consigliera comunale, presidente dello Zonta Club, membro dell’organo di garanzia del Coni.

La ricordiamo protagonista di tante battaglie in consiglio comunale, dove era stata capace di mescolare grinta e fermezza con uno stile di grande signorilità. Una persona simpatica, disponibile, con la grande dote di essere sempre pronta all’ascolto delle ragioni altrui: la politica era la sua passione e non mancava mai di chiedere pareri e notizie ai suoi interlocutori. Era stata capogruppo di Forza Italia – Pdl in consiglio comunale, animatrice dei circoli Dell’Utri; nel 2009 però aveva rotto con il partito di Berlusconi, in polemica sulle candidature delle elezioni amministrative. Raccogliemmo un suo sfogo a margine della celebrazione del 7 gennaio 2009: una delusione profondissima, maturata nella convinzione che certe scelte fossero costruite nell’ottica di un sostegno ad Antonella Spaggiari.

Vicende che la portarono ad allontanarsi da Forza Italia per poi transitare brevemente nell’Udc e approdare ad un appoggio convinto a Matteo Renzi. Una tappa di questo avvicinamento fu la chiusura delle primarie di Renzi a Reggio il 7 dicembre 2013, quando per la prima volta Giampaoli si trovò in piazza Casotti assieme agli ‘storici’ ex avversari del Pd: un passaggio in realtà meno traumatico di quanto si possa pensare, visto che aveva sempre fatto parte dell’area moderata. La sua bandiera era l’appartenenza a questo spazio di consenso. Nel 2014 appoggiò la candidatura di Luca Vecchi con la lista civica centrista ‘SvoltaRe’. Negli ultimi anni era stata in prima fila nel sostegno alla pallacanestro reggiana: sempre con la stessa passione che l’aveva contraddistinta in tutti gli ambiti della vita, dalla famiglia alla politica all’impegno nelle associazioni. Una vera forza della natura, che si è spenta all’improvviso, lasciando sgomento e dolore sincero in tutti quelli che l’avevano conosciuta.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS

8 Responses to Addio a Vanda Giampaoli: morte improvvisa della nota civilista impegnata in politica

  1. Giammaria Manghi 7 novembre 2017 at 15:52

    Vanda era persona di profondi valori e grande serietà; oltre alle sue doti professionali e umane, che in molti hanno avuto modo di apprezzare, di lei credo sia giusto ricordare in particolare l’ammirevole impegno in senso genuinamente e profondamente politico, speso in tanti anni – nelle istituzioni, ove ha ricoperto incarichi importanti, così come nell’associazionismo – per il bene della sua polis alla famiglia dell’avvocato Giampaoli la profonda vicinanza mia personale e della Provincia di Reggio Emilia

    Rispondi
  2. Emanuela Caselli 7 novembre 2017 at 15:54

    Con grande dolore ho appreso della prematura scomparsa dell’avvocato Vanda Giampaoli, consigliere comunale per due mandati – dal 1999 al 2004 e dal 2004 al 2009 – ed esprimo il mio cordoglio e quello di tutta l’Assemblea di Sala del Tricolore. Vanda è stata una donna pienamente realizzata: nella sua dedizione come madre e sposa, come stimata professionista, come persona impegnata nella politica e nella vita sociale per la sua città, cioè per tutti, senza distinzioni. In Consiglio comunale ha sostenuto con fierezza e determinazione le proprie posizioni, in maniera mai preconcetta o faziosa, cercando il ragionamento e il dialogo su temi propri del bene comune, senza rinunciare alla propria coerenza e convinta che il terreno della dialettica aperta e democratica fosse il sale della trasparenza e della lealtà. Dopo la lunga esperienza in Consiglio, ha proseguito il proprio impegno politico senza cercare protagonismo, ma lavorando ancora una volta per tutti e anche questo è segno della sua personalità e dei suoi valori

    E’ stata una persona piena di entusiasmo e generosità, propensa a includere, al servizio della comunità. La ricordiamo così e le siamo grati, stringendoci ai suoi familiari

    Rispondi
  3. Margherita Salvioli 7 novembre 2017 at 15:56

    Una donna molto presente nella vita del territorio che ha espresso sempre il suo impegno con dedizione e soprattutto passione. Ho avuto modo di trovarmi in vari tavoli di confronto in cui c’era anche lei: si poteva anche avere visioni diverse, ma la sua onestà intellettuale permetteva di andare oltre le differenze per cercare di trovare ciò che rappresentava il meglio per i cittadini

    Rispondi
  4. Andrea Capelli 7 novembre 2017 at 15:58

    il gruppo consigliare del Partito Democratico desidera esprimere cordoglio e le più sentite condoglianze ai parenti e agli amici per l’improvvisa e prematura scomparsa di Vanda Giampaoli, prima di tutto donna e madre disponibile e generosa oltre che professionista seria ed impegnata nello spazio pubblico e sociale. Non solo l’incarico di consigliere comunale l’ha contraddistinta, ma la sua generosità e disponibilità si sono manifestate quando Vanda ha deciso di impegnarsi politicamente anche non in prima fila, sapendo supportare nuove generazioni e dando l’idea di una partecipazione attiva e concreta anche senza visibilità personale di primo piano. Ringraziamo dunque per averla potuta conoscere e per aver potuto apprezzare questo suo senso di bene comune e di passione disinteressata e generosa per le attività rivolte alla comunità.

    Rispondi
  5. Lanfranco De Franco 7 novembre 2017 at 16:00

    Il gruppo consiliare di Articolo Uno-Mdp Reggio Emilia esprime il proprio cordoglio per la scomparsa di Vanda Giampaoli. Persona appassionata e dinamica, si è impegnata con successo in numerosi ambiti della società, dalla professione forense alla politica, dal mondo dello sport all’associazionismo. La sua generosità, solarità e gentilezza mancheranno ai tanti reggiani che l’hanno conosciuta e si sono potuti confrontare con lei in questi anni, in dialoghi e scambi proficui, nel rispetto reciproco anche partendo da idee diverse. Rivolgiamo un pensiero particolare ai figli Daniele e Nicola, al marito Roberto e ai famigliari in questo momento di profondo dolore

    Rispondi
  6. Gianluca Nicolini 7 novembre 2017 at 16:06

    L’inatteso annuncio della scomparsa dell’avvocato Vanda Giampaoli ha gettato nello sconforto molti amici ed estimatori reggiani e non solo.
    Per anni protagonista della politica del centro destra locale, Forza Italia ha un grande debito con Vanda che non può essere offuscato dalle diverse strade politiche intrapese negli ultimi anni.
    Infatti, non si cancellano con la spugna anni di passione politica e di impegno civile in una città e in un territorio da sempre guidato dai partiti di sinistra, ostili alle ragioni dei moderati.
    Per questo anche Forza Italia vuole ricordare Vanda con profonda riconoscenza e stima, e si stringe nella preghiera al dolore del marito Roberto Rabitti e dei figli Nicola e Daniele.
    Ciao Vanda, un abbraccio da tutti gli amici azzurri

    Rispondi
  7. Andrea Costa 7 novembre 2017 at 17:17

    A nome di tutta la comunità democratica reggiana mi unisco al dolore della famiglia e di tutti coloro che hanno conosciuto Vanda. Donna forte e determinata, ci mancheranno la sua professionalità e la sua passione. Un abbraccio affettuoso alla famiglia

    Rispondi
  8. Matteo Sassi 7 novembre 2017 at 17:24

    Ho conosciuto Vanda Giampaoli nel 2004, lei era già un avvocato stimato e sedeva in Sala del Tricolore in qualità di capogruppo di Forza Italia. Abbiamo sempre avuto sensibilità politiche molto diverse ma il carattere straordinario di Vanda, amichevole e leale, ha fatto sì che le differenze non divenissero mai un solco. Vanda aveva la rara capacità di saper instaurare naturalmente una relazione di rispetto e di fiducia con le persone, anche con quelle che conosceva meno o che le erano distanti. Credo ne fosse capace perché era innanzitutto una brava persona. Ricordo la passione e la dedizione con cui partecipava alla vita politica, sociale e civile della città. L’ho incontrata di nuovo qualche anno fa nella sua veste di presidente dello Zonta club di Reggio Emilia e ho potuto ancora una volta apprezzare la sua autenticità e il suo desiderio di contribuire concretamente al bene comune della città, a partire dai diritti delle donne. Rivolgo alla famiglia di Vanda, e in particolare al marito e ai figli di cui parlava sempre con visibile amore, il mio più sentito cordoglio per la sua scomparsa. Mancherà molto a tantissime persone

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *