On the road again: Graziano Delrio “apre” la Galleria Bocco-Canala

“L’apertura della galleria Bocco-Canala rappresenta un ulteriore, assai significat ivo passo in avant i per il potenziamento della rete infrastrutturale del nostro territorio, in part icolare per quanto riguarda i collegament i tra la montagna e la città. E’ un grande traguardo, atteso da decenni, che accogliamo con gioia, con lo sguardo già rivolto ai prossimi obiett ivi: l’asse della Statale 63 può essere ulteriormente migliorato e la Provincia di Reggio Emilia, grazie al lavoro svolto insieme ai sindaci e alla senatrice Leana Pignedoli, intende cont inuare a collaborare con Anas per realizzare altri interventi”. In occasione dell’inaugurazione della Bocco-Canala, il Presidente della Provincia di Reggio Emilia, Giammaria Manghi, rilancia l’ipotesi di un nuovo Accordo di programma finalizzato ad aumentare sicurezza e scorrevolezza anche nel tratto più a nord, e dunque più vicino alla città, della Statale 63, dal Bocco a scendere fino alla pinet ina di Vezzano. “Ridurre i tempi di percorrenza tra la montagna e la città è un obiett ivo al quale la Provincia di Reggio Emilia ha dedicato, e cont inuerà a dedicare, grande attenzione – spiega il presidente Manghi – Certo, oggi la ‘nuova stagione’ delle Province rende non possibile, a causa dei tagli di risorse subit i, la realizzazione diretta di opere come le Variant i di Canali e Puianello: tuttavia, oltre al completamento della Variante di Ponterosso, possiamo comunque garant ire quel prezioso ruolo di raccordo con i Comuni e, soprattutto, di progettazione che ha già prodotto nel recente passato risultat i importanti”. Il riferimento è all’Accordo di programma tra Provincia e Anas che ha già portato tra il 2012 e il 2015 alla realizzazione di ben 5 intervent i progettat i da Palazzo Allende, tra cui il nuovo ponte di Pignedolo, per un importo di circa 9 milioni nel tratto di Statale 63 compreso tra Felina e Castelnovo Mont i. “Con Anas st iamo lavorando per un secondo Accordo di programma per realizzare altri tre intervent i nel tratto più vicino alla città, tra Vezzano e il Bocco, per circa 36 milioni di euro – spiega il presidente Manghi – Si tratta di ulteriori opere, sempre progettate dal Servizio Infrastrutture della Provincia, dest inate ad aumentare sicurezza e scorrevolezza, attraverso rett ifiche di curve o allargament i della sede stradale, in part icolare tra la pinet ina di Vezzano e Casoletta e tra Bettola e la nuova galleria: sempre alla Bettola è previsto l’intervento più complesso, una Variante di quasi 800 metri comprensiva di due gallerie ed un viadotto intermedio”.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *