La settimana della mobilità-ah-ah

Il Comune di Reggio Emilia aderisce, per il diciannovesimo anno, alla Settimana europea della Mobilità, l’iniziativa organizzata dalla Commissione europea per promuovere e diffondere la cultura della mobilità sostenibile e sicura, in programma dal 16 al 22 settembre 2017.
Il tema di quest’anno è “Mobilità pulita, condivisa e intelligente“, cui si accompagna lo slogan “Condividere ti porta lontano”. Il riferimento a forme di mobilità condivisa è finalizzato a stimolare le città aderenti alla Settimana Europea della Mobilità ad adottare iniziative che possano valorizzare forme di trasporto innovative e collettive, che abbiano un impatto ambientale ridotto rispetto a quelle abitualmente adottate e attraverso le quali è possibile ridurre i costi abitualmente sostenuti per gli spostamenti in ambito urbano. Incentivare la mobilità condivisa, e quindi soprattutto car e bike sharing, inoltre, ha un forte impatto sul territorio e sulla gestione degli spazi. La Settimana Europea della Mobilità, quindi, costituirà un’importante occasione per riflettere su questi temi ed attivare un processo, ormai necessario e irrinunciabile, di miglioramento del sistema della mobilità, al quale inevitabilmente si accompagna la vivibilità dei centri urbani.
Tra le novità vi è la sottoscrizione da parte dell’Amministrazione comunale, della ‘Dichiarazione dei diritti umani del ciclista urbano‘, proposta da Legambiente e Rete mobilità nuova. Il documento, che prende spunto dalla ‘The Amsterdam Declaration: the right to use the Bicycle’ del 2000 e dalla successiva ‘Declaraciòn de Sevilla sobre el uso de la bicicleta como medio de transporte saludable, ecológico y sostenible’ del 2009, anche in Italia viene proposta la Dichiarazione dei diritti del ciclista urbano, definisce una serie di azioni in grado di far crescere il numero di utenti della bicicletta in ambito urbano e cicloturistico, e punta alla nascita di una Rete di Città ciclabili italiane .
La dichiarazione, oltre a ribadire il diritto fondamentale universale a circolare in bicicletta, impegna le città firmatarie a dotarsi di una rete di percorsi ciclabili sicuri e accessibili, con standard qualitativi elevati, capaci di neutralizzare potenziali conflittualità con gli altri utenti della strada. Inoltre il documento impegna le amministrazioni a progettare una serie di azioni volte a garantire la sicurezza degli utenti delle due ruote e a favorire l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto urbano.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS