Cristianesimi perduti
Europa sveglia!

Oggi a Firenze ho incontrato Tony Salman, avvocato, cristiano, nuovo sindaco di Betlemme.
“Fra venti, trent’anni non ci saranno più cristiani in Palestina”.
Non si capisce se ciò sia l’effetto collaterale della politica degli insediamenti o un obiettivo voluto.
“Quando abbiamo chiesto di entrare all’Unesco, solo poche persino delle 40 città del mondo con cui siamo gemellati ci hanno offerto il loro sostegno”
Ma il medio oriente senza più cristiani non sarà più lo stesso.
E il mondo sta a guardare.
Europa svegliati!

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS

One Response to Cristianesimi perduti
Europa sveglia!

  1. gianpar 8 settembre 2017 at 11:38

    ben arrivato onorevole. Questa testata denuncia da anni la sistematica persecuzione quotidiana di un numero di cristiani (tra Africa, Asia e Medio Oriente) che oscilla tra i 150 ed i 200 milioni. Non è solo una questione di violazione dei diritti umani per motivi sensibili o di libertà religiosa: è in atto la fine di una civiltà coi suo valori. Oltre ad una persecuzione (si calcola nell’ordine di circa 300mila cristiani uccisi per motivi di fede dalla fine degli anni ’90 ad oggi) che sta superando nei numeri quella dell’antica Roma pre-costantiniana. Siamo troppo impegnati a cercare gli (invisibili) segni di islamofobia nella nostra società per occuparci del rischio estinzione del senso stesso delle nostre esistenze e delle radici della nostra democrazia