Gay Pride, occasione di riflessione sui diritti violati

url2

Pistolotto su un tema che mi sta molto a cuore. Il prossimo Gay Pride di Reggio Emilia sarà un’occasione per discutere anche delle persecuzioni che limitano i diritti delle persone LGBT in molti Paesi, a cominciare dalla Russia e dalla Cecenia di Kadyrov, il dittatore fascio-islamista fantoccio di Putin. Non possiamo voltare le spalle di fronte a questi crimini odiosi.

Teniamo sempre a mente la lezione di Brecht:”Prima di tutto vennero a prendere gli zingari, e fui contento perché rubacchiavano” ecc.ecc. Personalmente trovo inaccettabile che solo Angela Merkel abbia sollevato a Putin il tema dei diritti violati dei gay in Russia e in Cecenia, e personalmente auspico fortemente che le sanzioni commerciali alla Russia che dovrebbero scadere il 15 settembre, in assenza di progressi in Ucraina (incredibile occupazione militare russa della Crimea) e nella situazione dei diritti umani e delle persone LGBT in Russia e Cecenia, vengano prolungate e inasprite ed estese ad altri settori (ad esempio al turismo, che per me equivarrebbe al minimo sindacale).

Questo ha un costo per l’export italiano, ma a volte pecunia olet, eccome se olet. Renzi commette una grave sottovalutazione quando fa la ‘colomba’ nei rapporti politico-commerciali tra UE e Russia. A maggior ragione ciò è vero in un momento storico come quello che viviamo, in cui nelle città europee attecchisce il seme della violenza e dell’intolleranza wahabbita, il governo della superpotenza americana è nelle mani di un miliardario populista e di un’elite oscurantista, e sulle rive del Mediterraneo si affermano regimi come quello di Erdogan che violano i diritti più elementari delle persone in nome di Dio e della Patria.

Se vogliamo difendere la democrazia e i diritti che abbiamo conquistato in Europa nel 1945, é bene che ci rimbocchiamo un po’ le maniche: nessuno leverà le castagne dal fuoco per conto nostro.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>