Centro meteo europeo, 40 milioni per il Data center

Il ministero dell’Università e della Ricerca si impegna a destinare alla Regione Emilia-Romagna fino a un massimo di 40 milioni di euro per realizzare il Data Center del Centro Meteo europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine (ECMWF) presso il Tecnopolo di Bologna. L’accordo quadro tra Ministero e Regione è stato siglato a Casalecchio di Reno (Bologna) dalla ministra Valeria Fedeli e dall’assessore regionale alla Ricerca e al Lavoro Patrizio Bianchi, a margine dell’inaugurazione del nuovo supercomputer del consorzio Cineca.

Abbiamo investito molto, in questi anni, in ricerca e trasferimento tecnologico e in Emilia-Romagna ci sono le condizioni per realizzare un vero e proprio hub della ricerca europea – ha ricordato l’assessore regionale Patrizio Bianchi. Ci conforta in questo percorso il sostegno economico del Ministero ma anche l’impegno, assunto con l’accordo di oggi, di dare vita nell’area del Tecnopolo di Bologna ad un progetto di infrastruttura digitale nazionale nel campo della meteorologia e della climatologia”.

A fronte del finanziamento del Ministero, da utilizzare per la realizzazione delle infrastrutture necessarie a sostenere il progetto di trasferimento del Data Center, la Regione Emilia-Romagna metterà a disposizione gratuita una porzione di immobile dell’ex Manifattura Tabacchi di sua proprietà. Si impegnerà, inoltre, a realizzare i progetti definitivi ed esecutivi dei lavori, anche attraverso le proprie società in house. Quello firmato oggi è il primo atto concreto di impegno per la messa a disposizione delle risorse da parte del Ministero per la realizzazione dei lavori, la cui progettazione completa sarà inviata nei prossimi giorni a Reading; contemporaneamente sarà avviata la conferenza dei servizi da parte della Regione Emilia-Romagna. L’accordo rafforza l’impegno del Ministero verso il Tecnopolo di Bologna. Si legge infatti nel testo che il Ministero e la Regione “si impegnano anche a perseguire un progetto di integrazione delle risorse di supercalcolo, con lo scopo di dare vita nell’area del Tecnopolo di Bologna ad un progetto di infrastruttura digitale nazionale per le attività di supporto alla ricerca scientifica e all’innovazione tecnologica del Paese nel campo della meteorologia e della climatologia”.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS