Scissione nel Pd? “Una gran cazzata”: lettera franca di un gruppo di amministratori

arbanoUna raccolta di firme fino a domenica di amministratori e dirigenti più o meno renziani (che hanno accolto l’implorazione di Delrio) affinché sia scongiurata la scissione del partito che secondo l’ex segretario Bersani è già nei fatti. A sottoscriverlo anche il sindaco di Reggio Luca Vecchi: “Siamo dirigenti, amministratori che hanno scelto con convinzione ed entusiasmo come naturale e coerente collocazione della nostra storia e formazione di sinistra la prospettiva politica del Pd provenendo dal Pds. Per me, per miei coetanei come fu per i nostri genitori, la parola unità è sempre stata fondamentale, uno dei simboli più importanti della nostra appartenenza politica e del nostro agire”.

“Una comunità è l’insieme di valori, regole e unità. Ciò non significa vuoto unanimismo, ma confronto dialettico nel pieno rispetto delle regole dello stare insieme, nel rispetto del nostro statuto, che è la carta fondamentale del partito” e “il congresso del Pd serve a definire quello che siamo e quello che vogliamo”.
“Fidiamoci di un confronto aperto e libero che coinvolga pienamente il nostro popolo, che vuole essere protagonista delle scelte di fondo a cui siamo chiamati. Negare la possibilità e chiudersi per paura di confrontarci significa infliggere al Pd la più grande sconfitta. (…) Vogliamo e lavoriamo per un Pd coraggioso, che non si rinchiuda nei caminetti, che apra porte e finestre e torni a parlare solo dei problemi dei cittadini e soprattutto dei più deboli. Per questo sosteniamo Matteo Renzi per il rilancio e il rinnovamento del pd e della sinistra europea. Ora serve un grande confronto per parlare dell’Italia, ascoltiamoci e confrontiamoci e diamo la parola al popolo del Pd per scegliere. Fidiamoci del nostro popolo”.
Tra i firmatari, oltre al sindaco di Pesaro Matteo Ricci, promotore dell’appello, ci sono Stefano Bonaccini (presidente della Regione Emilia Romagna), Mattia Palazzi (sindaco di Mantova), Dario Nardella (sindaco di Firenze), Giuseppe Falcomatà (sindaco di Reggio Calabria), Luca Ceriscioli (presidente Regione Marche), Matteo Biffoni (sindaco Prato), Daniele Manca (sindaco di Imola), Andrea Gnassi (sindaco di Rimini), Luca Vecchi (sindaco di Reggio Emilia), Catiuscia Marini (presidente della Regione Umbria), Maurizio Mangialardi (sindaco di Senigallia), Andrea Rossi (consigliere regionale Emilia Romagna), Raffaella Paita (capogruppo Pd Liguria), Alessio Cavarra (sindaco di Sarzana).

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>